LA METAMORFOSI A GIUGGIANELLO

Arriva l'inedito festival nel giardino megalitico di Puglia

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

Una donna astronauta come simbolo di ripartenza, icona genitrice di un nuovo essere collettivo, che non dimenticando gli errori del passato è alla costante ricerca della bellezza e dell'armonia. 

Per partecipare è necessario prenotare il proprio posto cliccando QUI 

 
METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

 

Il festival si articola e si compone di due esperienze: Megaphōnia e Sulle tracce di Ercole.

Megaphōnia regala l’esperienza di incontri suggestivi, la bellezza delle melodie, in uno dei posti più particolari del Salento, su Monte San Giovanni accanto all’omonima cripta bizantina.

Sulle tracce di Ercole riprende il cammino fisico e interiore, alla ricerca della serenità e della bellezza. Il teatro e la musica saranno amici e compagni di questo straordinario percorso.

La partenza del Festival sarà tutta al femminile, domenica 6 giugno, alle ore 19,30, con Coro a Coro ideato e diretto da Rachele Andrioli.  Coro a Coro è un laboratorio di canto polifonico in continua evoluzione per donne che amano cantare. Si attraversano musiche popolari e d’autore dal mondo, si scopre la forza terapeutica del canto. In un’epoca caratterizzata da timore, incertezza e apatia, Coro a coro vuole essere un piccolo argine dove la musica costruisce ponti, accoglie, lenisce. Coro a coro è un impasto al femminile di voci, cultura e svago.

 

Si proseguirà domenica 13 giugno con Almoraima, prima assoluta del nuovo spettacolo “Desert Songs” nel quale una rinnovata line-up della band si spinge nell’esplorazione di nuovi mondi sonori.

Un viaggio ideale tra Andalucia e Medio-Oriente, attraverso melodie e improvvisazioni, alla ricerca di un armonico incontro fra linguaggi e storie diverse, solo apparentemente distanti.

 

Domenica 20 la musica tradizionale del West Africa incontrerà il sound del nuovo Salento, guidati da La Re’pe’tition Quintet.

 

Domenica 23, invece, percorreremo assieme le stradine rurali e declameremo liberamente le poesie, che più ci piacciono in collaborazione con La Scatola di Latta in Processioni Poetiche.

 

Giovedì 24, Festa di San Giovanni Battista, è in programma un concerto del collettivo Sguariu: viaggio di andata e ritorno tra Salento e Sicilia, impreziosito per l’occasione da una delle voci più iconiche del folk italiano, Anna Cinzia Villani.

 

Il festival continuerà domenica 27 giugno con Monologhi da Bar, uno spettacolo che, attraverso un concerto che incornicia la voce del poeta ed attore Giuseppe Semeraro, racconta in maniera inedita e musicale il presente, attraverso la nuova scena poetica salentina. Con Leone Marco Bartolo.

 

Il 4 luglio sarà la volta di Dario Muci, Enza Pagliara, Antonio Calsolaro e Massimiliano De Marco con Barberia e Canti del Salento. Il percorso terminerà il 22 agosto con un’escursione notturna, durante la quale le stelle disegneranno il cammino da compiere lungo le strade rurali che ci portano al Monolite di Giuggianello: le performance teatrali di Fabio Rubino e la maestria musicale di Diane Peters ci guideranno tra le note dell’arpa celtica.

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-
 
METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

EVENTI PROMOSSI DA CCSR OdV - MUSEO CIVICO - MIME ECOMUSEO

FINANZIATO DAI FONDI DEL 5x1000

CON IL SOSTEGNO DEL COMUNE DI GIUGGIANELLO (LE)

IL CONTRIBUTO RICHIESTO E' A PARZIALE COPERTURA DELLE SPESE DERIVANTI DA TASSAZIONE E SIAE

SI RINGRAZIA PARTICOLARMENTE

ESTER DE GIUSEPPE

LEONE MARCO BARTOLO

MATTEO RESTA

EFREM DE PASCALIS

GIANNI CASTIGLIONE

CARLO PERFETTO

PASQUALE MARZOTTA

GIANLUCA PALMA

>> TEAM <<

COORDINAMENTO GENERALE

Giuseppe Vergari

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA - SOCIAL EDITING

Efrem De Pascalis - Gianni Castiglione - Carlo Perfetto

COORDINAMENTO ARTISTI

Matteo Resta - Leone Marco Bartolo

FOTO EDITING

Ester De Giuseppe

AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA

Cosimo Paiano

 
METAMORFOSI_programma completo (2)_page-

a coro a coro

 

La potenza della voce delle donne magistralmente dirette da Rachele Andrioli.

gli almoraima

La prima assoluta del nuovo progetto Desert Song's tra medioriente ed andalusia

LA RéPéTITION ORCHESTRA

Salento e west Africa non sono stati mai così vicini

collettivo sguariu e
anna cinzia villani

Salento e Sicilia, andata e ritorno con la voce più iconica del panorama musicale popolare

MONOLOGHI DAL BAR

Poesie in musica con Giuseppe Semeraro e Leone Marco Bartolo

barberia e canti del salento

Un progetto che fa conoscere la musica salentina che va oltre la pizzica a cura di Dario Muci

prossimo appuntamento

 

IL CAMMINO CELESTE

Farà tappa nel bosco della Cutura l'edizione 2021 del festival ideato e diretto da Giorgia Santoro.

In scena saranno LA CANTIGA DE LA SERENA con il loro nuovo lavoro “La Mar”  una raccolta di canti che hanno come tema conduttore il mare, la mar in ladino. Un dialogo d’amore sospirato tra il mare e il femminile, il canto della sirena che continua ad ammaliare i viandanti di ogni tempo.

Il concerto è GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA con il  modulo disponibile a questo link: https://forms.gle/z8dCWtYnNG1i8pCu7

210858024_2025345494272545_589775348418560037_n.jpg__nc_cat=109&ccb=1-3&_nc_sid=8bfeb9&_nc

TEATRO E MUSICA AI MEGALITI

L'attore Fabio Rubino interpreteràle storie legate ai megaliti e gli avvicendamenti del Conte Giulio Antonio Acquaviva d'Aragona ad essere messe in scena nella passeggiata notturna nel giardino megalitico più grande d'Europa.

La musica dell'arpa celtica del maestro Diane Peters, illuminata dal chiarore della luna, farà da cornice in uno spettacolo suggestivo ed inedito.

METAMORFOSI_programma completo (2)_page-0009.jpg